UZBEKISTAN: sulla via della seta

condividi

PROGRAMMA

1mo Giorno: Italia-Urgench
Ritrovo dei Sig. partecipanti nei luoghi convenuti per Milano Malpensa, disbrigo delle procedure d’imbarco e partenza dall’Italia alle 20,15 con il volo diretto per Urgench. Pernottamento a bordo.

2o Giorno: Urgench-Khiva
Arrivo all’aeroporto internazionale di Urganch alle ore 05,15. Incontro con la guida e trasferimento a Khiva (30km). Prima colazione in hotel. La giornata sarà interamente dedicata alla visita di Khiva. Le visite a Khiva: Ichan Kala, la città vecchia che risale nel V secolo a.C. è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità da parte dell'UNESCO. La visita commincia a partire dalla Porta Ovest Ata Darvaza, la statua del grande studioso Al-Khorezmi (Algorithme), fondatore dell’algebra ; il Complesso Muhammed Aminkhan (XIX s) con la Madrassa Aiminkhan e il Minareto Kalta Minor, la Fortezza Kunya Ark, residenza dei sovrani locali con la Sala dei Ricevimenti, la Moschea Reale, l’Harem, le Vecchie Prigioni ecc, la Moschea Djouma (Xe s) è la più bella Moschea del Venerdi di Khiva dalle 213 colonne in legno intagliato, il Palazzo Tash Khovli, la seconda residenza dei sovrani di Khiva con l’Harem, la Sala dei Ricevimenti, la Sala del Giudice, il Mausoleo di Pahlavan Mahmud, poeta, filosofo e lottatore leggendario, Santo Patrono della città, uno dei luoghi più sacri e belli di Khiva, il Complesso d’Islam Khodja con la Madrassa e il Minareto Islam Khodja, il Complesso Est con la Porta Est Palvan Darvaza, la Moschea Ak, le Madrasse Allakuli e Kutlimurad, il Caravanserraglio Reale col suo Bazar affascinante. Passeggiata serale nel centro storico dopo la cena.

3o Giorno: Khiva –Bukhara (450km)
Dopo la prima colazione partenza in bus per Bukhara, il percorso attraversa il Deserto del Kyzyl Kum “sabbie rosse” e del Karakum “sabbie nere”, la via che si snoda ai margini del grande letto del fiume Amu Darja, la cui secca offre spettacoli suggestivi di insolita bellezza. Durante il percorso le soste sono previste per il pranzo e brevi passeggiate.
Arrivo a Bukhara , Boukhara è una delle più antiche città del mondo. Dalla sabbia della antica e leggendaria oasi che esplode nel cuore del deserto di Kyzylkum sorge Bukhara e fu punto di sosta di ogni viaggiatore che percorreva la Via della Seta.
Secondo un vecchio adagio “Boukhara è la bellezza dello spirito”.Arrivo a Bukhara e sistemazione in hotel.Passeggiata serale sulla piazza centrale dopo la cena.

4to Giorno: Bukhara
Prima colazione in hotel "Bukhara la Nobile", fu il centro principale della grande Via della Seta, che compresa nel grande triangolo dell'est, assieme a Samarcanda e a Khiva ebbe largo contributo nello sviluppo dell'Asia Centrale. L’intera giornata sara’ dedicata alla visita di Bukhara: il Mausoleo dei Samanidi, vero gioiello architettonico del IX e secolo, il Mausoleo di Tchachma Ayoub «fonte di Giobbe», la Moschea Bolo Khaouz «moschea sopra la vasca», la Citadella Ark, il cuore della città vecchia, era la residenza ufficiale dei sovrani di Bukhara .
Il Complesso Poi Kalon occupa una parte centrale nella città di Bukhara con il suo impressionante Minareto Kalon del XII secolo, la Moschea Kalon o Djami, quella del Veneredì, la più grande di Bukhara che accoglieva fino a diecimila fedeli e la Madrassa Miri Arab, la Moschea Magoki Attori era un antico tempio zoroastriano che è stata trasformata in moschea. Gli Antichi Mercati Coperti (Bazar) appartengono all’architettura civile del XVI secolo : Taki Zargaron (gioiellieri), Taki Telpakfurushon (cappellai), Taki Sarrafon (cambiavalute) degli ebrei di Bukhara .
Le Madrasse gemelle: la Madrassa d’Ulugbek e quella d’Abdoulaziz e il Tchor Minor « 4 minareti » una piccola madrassa con quattro minareti dall’architettura strana, il Complesso Lyabi Khauz con la Khanaka e la Madrassa N. Devon Beghi, la Madrassa Kukeldash. Visita all’atelier dei burattini tradizionali per guardare la presentazione dei burattini.
Serata con lo spettacolo folcloristico dei balli tradizionali nell’ antica madrassa.

5o Giorno: Bukhara-Shakhrisabz-Samarcanda (280km+170km)
Dopo la prima colazione, si parte alla volta di Samarcanda, città mitica e leggendaria nell’immaginario popolare, nessun nome richiama di più alla mente la Via della Seta. Durante il percorso visitiamo Shakhrisabz che significa “città verde”, città natale di Tamerlano. Gran parte dei luoghi d’interesse sono una sua opera o del nipote Ulughbek. Visita del Palazzo d'Ak Sarai, residenza estiva di Tamerlano, il Complesso Darul Saodat con il Mausoleo Djakhonghir, figlio prediletto di Tamerlano, la Cripta prevista per il corpo di Tamerlano con la tranquilla Moschea chiamata Matchiti Hazrati Imam, il Complesso Darul Tilovat « casa di meditazione », comprende la Grande Moschea del Venerdi Kuk Gumbaz « cupola blu » e il Mausoleo di Gumbazi Saydan con la
tomba del Padre di Tamerlano. Dopo il pranzo in casa privata, prosecuzione del viaggio attraverso uno scenario di rigogliosi campi e colline, vigneti, cittadine popolose e, case rurali. All’arrivo a Samarcanda sistemazione in hotel.
Dopo la cena, tour Samarcanda by night col bus con le soste al Mausoleo di Tamerlano e la Piazza Registan.

6o Giorno: Samarcanda
Dopo la prima colazione, l’intera giornata sarà dedicata alla visita di Samarcanda, città mitica, gioiello d’Oriente, crocevia della Via della Seta. Visita commincia con la magnifica Piazza Registan con le tre Madrasse completamente rivestite di maioliche e mosaici di lapislazuli è uno dei monumenti più straordinari dell'Asia Centrale con la Madrassa Ulugbek, la Madrassa Sher Dor e la Madrassa Tilla Kari, la gigantesca Moschea Bibi Khanum costruita da Tamerlano per sua moglie prediletta, il frenetico e variopinto Bazar Siyob, il Museo Afrosiab col suo antico affresco del VII sec, l'Osservatorio Ulugbek con il suo strumento astronomico “sestante” che era il più grande del XV secolo, il Mausoleo Guri Emir, il mausoleo familiale di Tamerlano con la sua bellissima cupola scanalata. Cena in casa tradizionale con menu “plov”, piatto nazionale del paese.

7o Giorno: Samarcanda-Tashkent(300km) (option: Treno veloce Samarcanda-Tashkent)
Prima colazione in hotel. Proseguimento della visita a Samarcanda con la spettacolare Necropoli Shahi Zinda "la tomba del re vivente", la strada funeraria che è il monumento più suggestivo di Samarcanda, la Fabbrica della carta di seta che lavora ancora con gli antichi metodi.Possibilita’: Durante il tempo libero, c’e’ la possibilita’ di visita all’atelier di stilista locale Romanenko che ci condurra alla scoperta del mondo magico della seta con una bellissima presentazione sul mondo dei colori, della fantasia e delle antiche tradizioni della Via della Seta.Partenza per Tashkent. Arrivo a Tashkent e sistemazione in hotel.

8o Giorno: Tashkent-Italia
Dopo la prima colazione la visita a Tashkent che ha un aspetto moderno poiché quasi interamente ricostruita dopo il terremoto del 1966: il Complesso Khasta Imam, il cuore religioso della città con la Madrassa Barak Khan, il Mausoleo di Kaffal Shashi, la Moschea Djami. Tour panoramico nella parte moderna di Tashkent: la Piazza del Teatro di Opera e di Baletto Navoi, la Piazza dell’Indipendenza, la Piazza Amir Temur. La visita finisce con la bellissima metropolitana di Tashkent di cui ogni fermata decorata in vari temi. Trasferimento in aeroporto per il volo di rientro alle 14,25, arrivo a Milano Malpensa alle 18,35 e trasferimento nei luoghi di partenza.

 

UZBEKISTAN: sulla via della seta
dal 22 Settembre 2019
al 29 Settembre 2019

€ 1650 per persona
Compila i Campi e verrai ricontattato dal nostro Staff