WEEKEND NELLE DOLOMITI BELLUNESI: IL CADORE-SAPPADA E SAURIS

condividi

1 GIORNO
Partenza da Borgomanero Piazza ICOM alle ore 5.30 in direzioni delle Dolomiti. Soste lungo il percorso. Arrivo a PIEVE DI CADORE arroccata su un colle nel cuore delle Dolomiti Bellunesi, conosciuta soprattutto per le sue ricchezze artistiche, storiche e letterarie. Pieve di Cadore diede i suoi natali a Tiziano Vecellio, il grande artista della pittura Rinascimentale, che trascorse qui la sua infanzia. La sua casa , un ambiente ricco di storia e di ricordi, il monumento di bronzo di Antonio Del Zotto, ricorda il pittore nella piazza a lui dedicata. Il Cadore si è distinto per anni per la produzione e vendita di occhiali, il museo dell’occhiale situato presso il palazzo Cos.Mo raccoglie circa quattromila pezzi che permettono di ricostruire la storia dell’occhiale, rendendo il museo unico nel suo genere. PRANZO IN RISTORANTE.
Nel pomeriggio visita a CALALZO DI CADORE, situato sulle sponde del lago Centro Cadore. Circondato da alcune imponenti vette dolomitiche, come il gruppo montuoso delle Marmarole e il Monte Antelao, l’abitato è frequentato da turisti sia d’estate che d’inverno. Meritano una visita la chiesa dedicata a San Biagio vescovo e la piccola chiesa di Rizzios. Nel piccolo borgo che visiteremo si possono ancora trovare le tipiche costruzioni in legno, I TABIA’.
ARRIVO IN HOTEL CENA E PERNOTTAMENTO

2 GIORNO
Dopo la prima colazione in hotel partenza per AURONZO DI CADORE, circondato dalle vette più belle delle Dolomiti, le Tre Cime di Lavaredo, il Monte Cristallo. Cittadina turistica, Auronzo offre molteplici attività di svago adatto ad ogni target, dalle piacevoli passeggiate nei pressi del lago Santa Caterina alle escursioni più impegnative sui monti circostanti.   PRANZO IN RISTORANTE.
Nel pomeriggio partenza per SAPPADA, al confine tra il Friuli e l’Austria, dove si parla il dialetto Sappadino, e si costruiscono le case in legno secondo la tradizione antica. Sappada vecchia è da ammirare, dove fontne, statue di legno e chiesette accompagnano il viaggiatore in un’esplorazione privilegiata. Dice la storia che storia che Sappada fu fondata  tra il XII e il XIII secolo da profughi della Val Pusteria per sfuggire alle angherie del signorotto di turno. Scavalcarono le montagne e si stabilirono vicino alle sorgenti del Piave, per vivere in pace,formando 14 borgate.
ARRIVO IN HOTEL CENA E PERNOTTAMENTO-

3 GIORNO
Dopo la prima colazione in hotel partenza per SAURIS, paesaggio di una bellezza incontaminata, fitti boschi e prati verdi ricchi di specie aromatiche e officinali. Le abitazioni ed i rustici rappresentano una delle peculiarità del paesaggio. Il visitatore viene accolto all’ingresso del borgo dal lago di Sauris, creato negli anni 40 per fini idroelettrici. Altra caratteristica di Sauris sono le malghe, che possono essere considerati dei micro-universi produttivi, costituiti da un esteso terreno dedicato al pascolo del bestiame e da alcuni fabbricati come le stalle e la casera. Tra boschi, malghe e pascoli accarezzati dal dolce clima della Carnia, il PROSCIUTTO DI SAURIS IGP unisce la tradizione germanica dell’affumicatura a una lenta e delicata stagionatura. Un sapore, un gusto antico e ricco di suggestioni, viene controllato accuratamente con la puntatura, prosciutto per prosciutto. Non possiamo dimenticare il caratteristico Carnevale di Sauris, uno dei più antichi dell’arco alpino e si svolge da secoli secondo i medesimi rituali. Il carnevale di Sauris ha due protagonisti incontrastati: IL ROLAR e IL KHEIRAR. I festeggiamenti vedono sfilare il corteo di maschere in legno lungo le vie di SAURIS e culminano con la suggestiva passeggiata con le lanterne nella foresta locale, lungo i percorsi innevati.  PRANZO IN RISTORANTE.
AL TERMINE PARTENZA PER IL VIAGGIO DI RITORNO.

WEEKEND NELLE DOLOMITI BELLUNESI: IL CADORE-SAPPADA E SAURIS
dal 06 Luglio 2019
al 08 Luglio 2019

€ 350 per persona
Compila i Campi e verrai ricontattato dal nostro Staff